Sport

Serie A : Le pagelle di Inter-Bologna

Andiamo ad analizzare le prestazioni dei singoli in Inter-Bologna

INTER

Julio Cesar 6.5 – Non corre grossi pericoli, ma è comunque attento sui tiri dalla distanza dei giocatori del Bologna. Sul gol, ovviamente, è esente da colpe

Maicon 6.5 – Quando aziona le sue lunghe leve è devastante. Si è visto pochino in difesa, ma contro il Bologna (e con tutto il rispetto per il Bologna) forse era giusto osare un po’ di più

Rivas 6 – Ordinato. Di Vaio non lo impegna più di tanto e lui ha vita facile. Sfortunato in occasione dell’infortunio al ginocchio. Speriamo non sia niente di grave (Cambiasso s.v.)

Cordoba 5.5 – Più confuso rispetto al compagno di reparto. Rimedia un giallo evitabile e sul gol di Moras parte della colpa è anche sua

Zanetti 5.5 – Con Cordoba regala la rete della speranza al Bologna. Attacca poco, e difende con meno attenzione del solito

Muntari 6.5 – Ogni tanto sbaglia appoggi piuttosto facili, ma correre per due (davanti erano in quattro a non tornare mani) non era affatto semplice

Vieira 7 – Non lo si vedeva da un po’ in questo stato di forma. Copre, riparte e salta l’uomo con l’efficacia di un tempo

Mancini 6 – Dei quattro davanti è quello che entusiasma meno. Suo comunque lo spunto che permette ad Adriano di presentarsi sul dischetto (Stankovic s.v.)

Quaresma 6.5 – Comincia a integrarsi con il resto della squadra. Tende a strafare, ma Mourinho lo vuole così: “Un giocatore di fantasia, io lo lascio libero di inventare” (Obinna s.v.)

Adriano 7
– Torna al gol a San Siro, ma per l’Adriano di oggi non è una novità. L’attaccante di adesso è recuperato, sia nel fisico, sia (e soprattutto) nella testa

Ibrahimovic 8 – Che gol ha fatto!?!?!? Da osservare a più e più riprese: ogni suo tocco non è mai banale, ogni sua accelerazione impressionante

Mourinho 6.5 – La sua Inter è cinica? La squadra di oggi ricorda il Chelsea sotto la sua guida, pratico e poco spettacolare? Lui cosa fa? Quattro attaccanti, tutti insieme. La partita è gradevole, il merito è anche della sua spregiudicatezza

BOLOGNA

Antonioli 7 – Decisamente più impegnato del collega avversario, non demerita, anzi. Sarà mica colpa sua se Ibra decide di realizzare contro lui uno dei gol più belli della sua carriera?

Marchini 6.5 – Bene. Fa avanti e indietro sulla destra come un matto. Costringe Quaresma al giallo e dà una mano dietro (Coelho s.v.)

Moras 6.5 – Pulito negli interventi e sicuro nelle ripartenze. Si toglie lo sfizio di realizzare a San Siro il suo primo gol in Serie A

Terzi 5 – Ibrahimovic e Adriano gli sfrecciano a fianco come due locomotive impazzite

Bombardini 5 – Non è un terzino e contro l’Inter forse se ne sarà accorto anche Arrigoni

Mudingayi 5 – Soffre tantissimo la forza fisica di Vieira e Muntari

Volpi 5.5 – Meglio del compagno di ritardo, ma quando scende Vieira non lo tiene nemmeno lui. Ci prova con qualche tiro da fuori: ma spara a salve

Marazzina 5.5 – Qualcosa in più di Di Vaio, ma davvero poca roba

Amoroso 5.5 – Inizia bene, poi si perde nella morsa di Muntari e Vieira

Valiani 5 – Male. Arrigoni lo manda in campo sperando nel secondo gol consecutivo a San Siro (il primo, stupendo, lo aveva fatto al Milan) ma lui tradisce la sua fiducia

Adailton 4.5 – Completamente fuori dal gioco. Se anche le punizioni (il suo pezzo forte) non passano neanche la barriera, allora significa che non è serata

Zenoni 5 – Entra per dare una mano a Marchini: missione fallita

Di Vaio 5 – L’ex centrocampista di Parma e Juventus non incide come dovrebbe. Non fa salire la squadra e, ancor più grave, non tira mai in porta

Arrigoni 5 – Pregevole il tentativo di aggredire l’Inter fin dal primo minuto, ma forse non era il caso di giocare così aperti contro i Campioni di Italia: soprattutto in casa loro

Ciampi 4.5 – A suo tempo Collina (dopo Inter-Parma dello scorso anno in merito al rigore concesso ai nerazzurri per un fallo di mano di Couto, ndr) aveva spiegato che quando un giocatore colpisce il pallone con il braccio immediatamente dopo averlo colpito con la gamba (o la testa nel caso di Couto) non è calcio di rigore. O Ciampi non si ricordava, oppure non ha visto il tocco con la gamba di Volpi. Fatto sta cha a sbagliare sono in due, lui e il guardalinee (voto 5). Oltre a questo episodio, poi, c’è almeno un altro rigore solare negato ad Adriano.

Via|EuroSport

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...