Browser · Internet · Programmi · Vario · Windows

Opera 11 Alpha [Portable Edition]

Ecco la nuova versione portable del browser ancora in Alpha Test.

Appositamente per i tester, sviluppatori e altri utenti avanzati,ma anche solo per chi magari vuole provarlo.

Si avvia l’exe e sarete pronti a testare il nuovo browser senza andare a creare problemi con file di installazione o cartelle.

Quindi se la curiosità vi attira ecco il link per scaricarlo :

DOWNLOAD ( http://www.filesonic.com/file/27295099)

Annunci
Firefox

Capture Fox: Realizzare Screencast Tramite Firefox

Il software principe per lo screencasting, si sa, è Camtasia Studio. Ma la qualità ha un costo.

Fortunatamente ci sono anche soluzioni gratuite per le registrazioni video delle attività dello schermo. Una di queste è un efficiente plugin per Firefox: Capture Fox.

L’estensione permette lo screen record di tutte le nostre attività al computer, suoni e voce compresi.

Capture Fox si avvia tramite un bottone dalla barra di stato del navigatore. Si può scegliere la qualità video e decidere se registrare l’intero schermo o una singola finestra di Firefox.

Il video realizzato si salva in formato AVI e la qualità è soddisfacente anche se non eccezionale.

Il plugin funziona soltanto in Windows XP e Vista.

Perfetto per realizzare guide e tutorials e adatto agli educatori per spiegare attività nella formazione a distanza.

Via|MaestroAlberto

Programmi · Windows

Alternative Al Blocco Note Di Windows

5 Software da poter usare oltre al blocco note di windows :

  • Notepad++: Gratis ed open source, ha molte funzioni tra le quali la possibilità di evidenziare le sintassi, il supporto multi-documento, registrazione di macro avanzata, auto-completamento e molto altro!
  • Programmer’s Notepad: Come dice lo stesso nome, è disegnato per essere un validissimo strumento di programmazione. Ha tra le principali funzioni quella di evidenziare sintassi, creare segnalibri, supporto per file di grandissime dimensioni, gestione di progetti ed altro.
  • PSPad: Adatto non solo ai programmatori, ma anche a chi vuole un software di elaborazione testi semplice ma efficace e ricco di funzioni. Ha, tra le altre, anche una comoda funzione di supporto FTP, auto-correzione, modifica HEX e tantissimo altro.
  • Notepad2: Simile a Notepad++, forse più orientato all’elaborazione semplice di testi.
  • MetaPad: Piccolo, veloce e gratuito rimpiazzo del blocco note di Windows, include toolbar avanzate, stampa WYSIWYG e tante altre funzioni per l’elaborazione dei testi. Decisamente da provare.
Programmi · Windows

Ottimizzare l’installazione di Windows con NLite

Windows è un sistema operativo che è rivolto alla grande massa di utenti, al suo interno troviamo una serie di strumenti utili ma che non sempre utilizziamo, o perchè non ci interessano o perchè utilizziamo prodotti alternativi. Esiste un prodotto che ci permette di creare una copia di Windows “pulita”, ossia con al suo interno solamente quello che ci serve, dandoci inoltre la possibilità di aggiungere altro software (che quindi troveremo già installato) o di integrare gli aggiornamenti. Questo prodotto (freeware) si chiama nLite e lo potete scaricare dal sito del produttore.

Per utilizzare questo strumento dovete avere i seguenti prerequisiti:
Il pacchetto Microsoft .NET Framework 2.0 o una versione alternativa dello stesso messa a disposizione nel sito dell’autore.
Un computer con installato Windows 2000, Windows XP o Windows 2003
Una copia autentica di uno dei sistemi sopra elencati (Windows 2000/XP/2003)
Almeno 2GB di spazio libero sul disco

Installiamo e configuriamo :

Una volta scaricato il programma dovete ovviamente installarlo nel vostro computer, semplicemente seguendo i passaggi dell’applicazione di installazione. Dopodichè potete avviare il programma (ricordate che dovete installare anche il Framework 2.0).
Una volta avviato il programma ci propone una procedura automatica per configurare l’applicazione: innanzitutto ci chiederà di selezionare la lingua utilizzata (sempre che durante l’installazione abbiamo deciso di installare il pacchetto delle lingue)

Una volta confermata la lingua bisogna selezionare la cartella dove abbiamo copiato i file di installazione. Nella finestra successiva premiamo il pulsante sfoglia e andiamo a selezionare, dalla finestra che si apre, la cartella nella quale abbiamo copiato questi file.

Una volta confermata la lingua bisogna selezionare la cartella dove abbiamo copiato i file di installazione. Nella finestra successiva premiamo il pulsante sfoglia e andiamo a selezionare, dalla finestra che si apre, la cartella nella quale abbiamo copiato questi file.

Una volta selezionata la cartella attendiamo che il sistema analizzi i file; al termine ci mostrerà i risultati dell’analisi. Premendo il tasto avanti sarà possibile caricare delle configurazioni precedentemente salvate. Questo è utile se in passato abbiamo già configurato un’installazione e vogliamo utilizzare tutti gli stessi parametri; ovviamente la configurazione deve essere stata salvata.
Se non si vogliono caricare configurazioni allora semplicemente premiamo avanti.

Ci verrà proposto di selezionare che tipo di componenti installare.

Una volta terminata la configurazione è possibile passare a selezionare singolarmente i vari componenti.

Creare L’iso :

La cosa interessante di NLite è appunto il fatto che sia possibile creare una copia di Windows “leggera”, senza le cose che non ci interessano. NLite ci da la possibilità di selezionare uno ad uno i pacchetti che vogliamo installare e quelli che invece vogliamo eliminare. E’ praticamente impossibile scrivere una guida dettagliata su cosa elimiare e cosa no, anche perchè questo dipende molto dalla configurazione del computer e da come vogliamo configurare il nostro Windows; diciamo però che ci sono delle cose che non dovrebbero andar tolte: nell’elenco dei pacchetti infatti compaiono delle voci in rosso; queste voci andrebbero lasciate e se tolte possono causare instabilità al sistema o il mancato avvio.

Una volta impostati i componenti da non installare (da notare appunto che i componenti selezionati non verranno installati) è possibile impostare alcune features di avvio (sempre che nella fase di configurazione l’opzione sia stata abilitata): è possibile inserire direttamente il Product Key, gli utenti del computer (con la relativa password), impostare il tema di windows, configurare le impostazioni della rete e l’appartenenza del computer a reti o domini, impostare la risoluzione dello schermo e altre cose. Tutto questo permetterà di installare Windows senza dover inserire manualmente le informazioni durante l’installazione e farà si che una volta completato il processo di installazione il computer sia già operativo, con tutto impostato secondo le nostre esigenze.

Andando avanti sarà possibile impostare alcuni parametri dell’installazione, come la cartella di sistema e altre cose, che consentono tra l’altro di installare automaticamente anche service pack e aggiornamenti di Windows.

Proseguendo si passa a configurare il sistema operativo: è possibile selezionare i servizi e i programmi da far partire all’avvio, le opzioni di accesso, le opzioni dell’ambiente Windows, configurare il menu di avvio a quant’altro. Infine si passa alla creazione della copia “pulita” di windows. Il processo può durare parecchio, in base alle opzioni selezionate e in base al computer in uso.

Una volta finito il processo ci viene data la possibilità di creare un’ISO del nuovo sistema operativo. Questo processo creerà appunto un’immagine masterizzabile, che utilizzeremo per trasferire sul cd la nostra installazione di Windows. Prima di ritenere la versione di Windows appena creata “definitiva”, possiamo (sempre che ne abbiamo la possibilità) scrivere l’immagine su un cd riscrivibile e provarlo su un computer “muletto”.

Pacchetti aggiuntivi :

Visitando questo sito potete trovare molti pacchetti che vi permettono di integrare nella copia di XP il Service Pack 2 e tutti gli aggiornamenti rilasciati successivamente. Inoltre potete trovare dei pacchetti anche per altri software che normalmente non vengono installati con il sistema operativo. Così, almeno per le cose essenziali, non avete bisogno di perdere tempo a reinstallare tutto ogni volta.

Via|PC-Facile

Browser · Programmi · Windows

ChromePass : Tutte le password salvate in Google Chrome

Solo Per Windows :

ChromePass è una utility gratis che fa visualizzare tutte le password di Google Chrome salvate nel vostro sito computer.

L’applicazione mostra anche l’username e la data in cui la password è stata salvata per la prima volta nel browser.

Permette di esportare la lista dei tuo username e le password in un file (XML, HTML, o un file di testo delimitato da tabulazioni)

Sito Ufficiale : http://www.nirsoft.net/utils/chromepass.html

Via|LifeHacker

Linux · MAC · Windows

Guida : Utilizzare Le Stesse Virtual Machine Su Più Sistemi Operativi

Se non si ha almeno un paio di sistemi operativi installati su uno stesso computer, non ci si sente a prorpio agio. Anche se uno di questi rimane utilizzato per secoli, non importa: ci deve stare!

Ciò, come ben saprete, non significa solo sfruttare i boot multipli, ma anche le ormai indispensabili macchine virtuali (o “VM”, diminutivo di virtual machine… che fa più fico!), ovvero, tutti quei programmi che consentono di far funzionare degli interi sistemi operativi all’interno di altri sistemi operativi. Un computer (virtuale) all’interno del computer (vero), insomma. Oggi, noi prenderemo in esame l’ottimo software gratuito ed open source Virtualbox, con lo scopo di scoprire come utilizzare le stesse macchine virtuali su più sistemi operativi.
Partendo da qualsiasi versione di Windows, è un vero giochetto da ragazzi trasportare delle VM su Linux o Mac OSX, in una manciata di secondi. Provare per credere!

Windows:

Se non si ha almeno un paio di sistemi operativi installati su uno stesso computer, non ci si sente a prorpio agio. Anche se uno di questi rimane utilizzato per secoli, non importa: ci deve stare!

Ciò, come ben saprete, non significa solo sfruttare i boot multipli, ma anche le ormai indispensabili macchine virtuali (o “VM”, diminutivo di virtual machine… che fa più fico!), ovvero, tutti quei programmi che consentono di far funzionare degli interi sistemi operativi all’interno di altri sistemi operativi. Un computer (virtuale) all’interno del computer (vero), insomma. Oggi, noi prenderemo in esame l’ottimo software gratuito ed open source Virtualbox, con lo scopo di scoprire come utilizzare le stesse macchine virtuali su più sistemi operativi.
Partendo da qualsiasi versione di Windows, è un vero giochetto da ragazzi trasportare delle VM su Linux o Mac OSX, in una manciata di secondi. Provare per credere!

Su Windows:

  1. Installare ed avviare VirtualBox;
  2. Cliccare sul pulsante Nuova;
  3. Seguire la procedura guidata per la creazione di una nuova macchina virtuale;
  4. Installare il sistema operativo desiderato sulla VM;
  5. Chiudere Virtualbox;
  6. Individuare il file (nome dato alla macchina virtuale).vdi (su Vista, si trova nella cartella .Virtualbox contenuta in quella utente);
  7. Riavviare la macchina e passare sull’altro sistema.

Su Linux/Mac OS X:

  1. Copiare il file vdi della VM creata su Windows nella stessa partizione che contiene Linux o Mac OS X;
  2. Installare ed avviare VirtualBox;
  3. Cliccare sul pulsante Nuova;
  4. Cliccare sul pulsante Next;
  5. Dare un nome alla macchina virtuale, selezionare il sistema dal menu a tendina, e cliccare su Next;
  6. Inserire le dimensioni della RAM da dare alla VM e cliccare su Next;
  7. Cliccare sul pulsante Esistente;
  8. Cliccare su Aggiungi;
  9. Selezionare il file vdi precedentemente copiato, per poi cliccare sul pulsante Seleziona;
  10. Cliccare su Next;
  11. Cliccare su Finish

Ed ecco fatto, adesso potrete utilizzare le stesse macchine virtuali su più sistemi operativi. Siete pronti ad entrare nel guinness dei primati, per numero di sistemi operativi funzionanti su una stessa macchina?

Via!Geekissimo

Programmi

Migliori 10 Software Free Per Virtualizzare Sistemi Operativi

La virtualizzazione, consiste nella riproduzione virtuale di una risorsa normalmente fornita fisicamente e, nel mondo dei computer è un qualcosa di applicabile sia al software che all’hardware.

Oggi vediamo insieme i 10 migliori software gratuiti per la virtualizzazione di sistemi operativi (ed anche altro), cosa molto utile che permette quindi di testare questi ultimi senza doverli realmente installare:

Microsoft Virtual PC 2007 – Software di virtualizzazione gratuito di Microsoft. Emula vari sistemi operativi su Windows.

VirtualBox – Emula vari sistemi operativi su Mac, Windows e Linux.

Virtual Iron – Emula vari sistemi operativi su Windows e Linux.

PearPC – Emula Mac su Windows e Linux.

QEMU – Emula vari sistemi operativi su Mac, Windows e Linux.

coLinux – Emula Linux su Windows 2000/XP.

Bochs –  Emula DOS, alcune versioni di Windows, BSD e Linux su sistemi Windows, Mac OS e Linux.

Moka5 Live PC – Software di virtualizzazione che permette di salvare su un drive o una penna USB dei “LivePC” con le applicazioni che si desiderano.

XEN – Emula Linux, NetBSD e FreeBSD su Linux. Può emulare Windows ma solo come “guest” per questioni di licenze.

Q – Emula Linux e Windows su sistemi Mac.

FONTE: Geekissimo.com

Msn

Emoticons Msn Nascoste

Alcune emoticons nascoste di msn :

– La sigaretta : Digitate (ci)

– Le manette : Digitate (%)

– Le dita incrociate : Digitate (yn)

– XBOX : Digitate (xx)

– Coniglio : Digitate (’.’)

– Simbolo “I’M” : Digitate una di queste possibilità *sierra | *bgca | *9mil | *hsus | *komen | *one |